La Corte Suprema del New Jersey si rifiuta di decidere sui matrimoni gay

New Jersey from the lower west Manhattan EsplanadeLa Corte Suprema del New Jersey si è rifiutata di decidere sulla validità dei matrimoni gay dopo aver respinto la domanda di un gruppo di sei coppie dello stesso sesso che chiedevano il diritto di sposarsi.

Le coppie richiedenti si erano rivolte alla Corte Suprema perché, secondo loro, solo con le unioni civili in New Jersey si sta violando l'ordinanza emessa dal tribunale ben quattro anni fa nella quale si afferma che gli omosessuali che vogliono sposarsi devono poter usufruire delle stesse condizioni degli eterosessuali. I membri della Corte Suprema hanno sostenuto che la domanda delle coppie doveva essere esaminata prima dai tribunali di grado inferiore: così facendo si sono bellamente lavati le mani.

In New Jersey i gay possono registrarsi come coppie domestiche o come unioni civili: forme giuridiche che, pur riconoscendo la relazione, di fatto non assicurano gli stessi diritti di cui godono i matrimoni etero.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: