Arriva il Papa nel 2011! Telecamere ad Ancona per evitare incontri tra gay

Ancona gay Nel settembre del 2011, ovvero tra più di un anno, Ratzinger andrà in visita alla città di Ancona. La soluzione migliore, quindi, per dare un dignitoso e sobrio aspetto alla città, è quello di correre ai ripari. E così, è nata l'idea di Paolo Santaniello, presidente della Passetto Srl: mettere telecamere sulla strada e sentiero che porta verso la spiaggia del Passetto. Il tratto di strada è, infatti, frequentato da gay che hanno scelto quel luogo come punto per incontri intimi.

"Il fenomeno è noto, è stato segnalato anche alla polizia durante uno degli ultimi incontri tenuti in circoscrizione. I controlli vengono fatti dal poliziotto di quartiere e il problema si è un po’ ridotto. In passato era stato posto anche un cancello con un lucchetto ma veniva continuamente rotto. Adesso contiamo nell’istallazione di telecamere che riguarderà la vicina zona della pineta e dell’ascensore"

Numerose parti della città verrà monitorate da telecamere e riprese per una sorveglianza attenta. Insieme ai gay, preoccupano anche i drogati che lasciano siringhe e scelgono punti isolati per usare stupefacenti. Così, con la collaborazione attiva degli abitanti e funzionanti riprese, la sicurezza della città sarà adatta per l'arrivo del Papa. Non mi hanno mai affascinato i battuage e li trovo anche un po' "squallidi", ma la cosa che trovo "assurda" è la decisione di sistemare e controllare il tutto in attesa dell'arrivo del Pontefice. È un po' come per la polvere: se arriva un ospite importante e improvviso, si nasconde sotto il tappeto. Ma la polvere (e "il problema") c'è, c'è stato e probabilmente ritornerà.

Via | IlMessaggero
Foto | Flick_Enrico Matteucci

  • shares
  • Mail
15 commenti Aggiorna
Ordina: