Usa: lotta all'Hiv/Aids mirata su gay, bisex e minoranze

Il presidente degli Stati Uniti ha annunciato il primo piano della sua amministrazione per la lotta all'Hiv, con un'attenzione speciale per le prevenzione nei confronti dei gruppi sociali più colpiti: afroamericani, latinos, gay e bisex e persone che fanno uso di sostanze.

Gli obiettivi sono molteplici: da un lato ridurre le nuove infezioni di Hiv del 25% in cinque anni, attraverso campagne e interventi informativi, con un maggior numero di risorse dedicate ai gruppi a più alto rischio; poi migliorare l'accesso alle cure (innalzando la quota di chi è in trattamento dal 65 all'85% dei sieropositivi) e diffondere l'uso del test, per ottenere che il 90% dei sieropositivi sappia di esserlo, contro il 79% attuale.

Un piano che mette al primo posto l'individuo, ma che richiederà investimenti maggiori di quelli preventivati, almeno secondo alcuni osservatori. Gli operatori sperano che l'interessamento del Presidente di per sé spinga anche le autorità locali e gli altri enti ad aumentare i fondi e che si riaccenda anche l'attenzione dell'opinione pubblica.

C'è un nodo da sciogliere poi: da un lato è fondamentale evitare la stigmatizzazione dei pazienti e combattere la discriminazione, dall'altro ci sono alcuni gruppi sociali effettivamente più colpiti di altri, come appunto gli afroamericani e gli uomini che fanno sesso con altri uomini. Uno sforzo di prevenzione serio dovrebbe focalizzarsi in modo speciale su questi gruppi, pur cercando di evitare lo stigma.

È un discorso complesso, perché questo genere di riflessioni (gli afroamericani sono il 13% della popolazione, ma rappresentano il 50% delle nuove infezioni; quasi metà dei nuovi casi riguarda uomini che fanno sesso con altri uomini) rischiano sempre di alimentare il pregiudizio e la colpevolizzazione automatica di intere categorie. Con conseguenze come quella che abbiamo visto a Milano, dove un grande centro ospedaliero vieta la donazione del sangue a uomini gay, anche se hanno una vita sessuale regolare, vivono una relazione monogamica e hanno un partner esclusivo.

  • shares
  • Mail
23 commenti Aggiorna
Ordina: