Il dottore indagato per la morte di Anna Nicole Smith: "Lo fanno perché sono gay!"

Anna Nicole Smith

Nel 2007, l'attrice Anna Nicole Smith era stata trovata priva di sensi in una stanza dell'Hard Rock Cafè: la corsa in ospedale fu inutile e la donna morì. Successivamente, si cercò di far luce sull'accaduto, comprendere la causa della sua morte e alcuni dottori furono indagati per aver prescritto una combinazione potenzialmente mortale di farmaci per la donna. E, uno di questi medici, a distanza di anni, ha espresso una sua convinzione: lo stanno perseguitando ed accusando perché gay ed appartenente ad una comunità etnica minore.

Sandeep Kapoor, gay dichiarato, di discendenza indiana, ha detto che il ritrovamento di una sua foto ( nella foto in apertura di post, lui è quello con la maglietta blu), insieme alla Smith, mentre partecipavano al Gay Pride, è stato il "catalizzatore per la sua persecuzione ed accusa".

Fonte/Foto, Tmz, via Advocate

  • shares
  • Mail