Pasolini censurato a Milano: "Parla di gay, non è educativo"

Pier Paolo Pasolini

Invito a Teatro, iniziativa che a Milano viene ormai organizzata da circa 30 anni a Palazzo Isimbardi, presentava, nel programma, anche un'opera di Pier Paolo Pasolini. Ma lo spettacolo, Orgia, non andrà in scena. L'assessorato alla cultura, infatti, si è accorto improvvisamente che non era educativo e ha chiesto che venisse sostituito

per non toccare temi scabrosi come l'omosessualità

I teatranti insorgono:

"È una censura bella e buona, con l'aggravante che non hanno il coraggio di dichiararlo"

Non trovo nemmeno le parole adatte per commentare come qualcuno, nel 2010, circondati da Paesi che permettono matrimoni e unioni civili gay, possa ancora solamente definire "scabroso" il tema dell'omosessualità. Non è così che funziona, non è come vorrebbero loro, chiudere gli occhi, non parlarne per fare in modo che non esista più...

Foto | Raucci

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 192 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO