Censura gay della Apple Store su "L'importanza di chiamarsi Ernesto"

Censura gay della Apple Store su "L'importanza di chiamarsi Ernesto"

Apple Store è spesso stata al centro di polemiche e discussioni per diverse censure all'interno delle loro applicazioni. Il caso più esclatante? La possibilità di scaricare sul proprio Ipad "L'importanza di chiamarsi Ernesto" (sì, esatto, Oscar Wilde...) attraverso una serie di tavole di fumetti. Ma, una volta ottenuto, ecco l'amara sorpresa: molte scene sono state censurate e i disegni di un incontro gay con baci (e un sedere all'aria) sono stati oscurati con quadrati neri, per coprire "le scandalose immagini".

E, sebbene sia sempre sembrato che la Apple Store appoggiasse la causa Lgbt, ecco la nascita di una forte polemica in occasione di questa scelta per l'Ipad. Se prima era stato "tagliato" anche l'Ulisse di Joyce a causa di un seno nudo, la decisione di non mostrare un bacio gay è stato visto come un'offesa: non si deve confondere l'eventuale pornografia con la discriminazione verso il popolo Lgbt.

Nell'adattamento grafico del romanzo, infatti, non c'è nulla di pruriginoso ma solo la manifestazione dell'amore tra due uomini. Eppure... così è stato.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO