Mosca: vietato per il quinto anno il gay pride. Ma loro manifesteranno ugualmente

Mosca: vietato per il quinto anno il gay pride. Ma loro manifesteranno ugualmente

E, per la quinta volta, il Gay Pride di Mosca è stato negato dal sindaco per i soliti generici e vacui "motivi di sicurezza". Ma l'organizzatore Nikolai Alexeyev è convinto che sia solo una scusa, una giustificazione per impedire nuovamente il corteo. Del resto, Yuri Luzhkov, sindaco di Londra Mosca, aveva definito i gay come "esseri satanici" e questo ennesimo divieto non è altro che la conferma del suo desiderio di ostacolare il diritto di manifestazione. Ma Nikolai non intende arrendersi:

"Ho parlato con la polizia e mi hanno assicurato che non ci sarebbero problemi di sicurezza. Se le manifestazioni di protesta venissero vietate non ci sarebbero scontri o feriti. Non vedo perché anche quest'anno non dovremmo marciare senza autorizzazione come lo abbiamo fatto ogni altro anno"

L'anno scorso, il corteo, in concomitanza con il concorso dell'Eurovision, era stato filmato a causa delle violenze da parte di integralisti e forze dell'ordine. E solo il 30 maggio potremo sapere cosa accadrà quest'anno...

Foto | Gbd

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: