Malawi: Steven Monjenza e Tiwonge Chimbalanga condannati a 14 anni di carcere perché sono gay e si amano

Malawi: Steven Monjenza e Tiwonge Chimbalanga condannati a 14 anni di carcere perché sono gay e si amano

È ufficiale: Steven Monjenza, 26 anni, e Tiwonge Chimbalanga, ventenne, (in foto) cittadini del Malawi, sono stati condannati dalla giustizia del loro paese a quattordici anni di carcere “per atti contro natura e grave indecenza”. È la pena più grave prevista dalla legge del Malawi per punire le relazioni gay. Il magistrato, Nyakwawa Uisiwausiwa, ha così motivato la sentenza:

“Vi ho inflitto una pena spaventosa in modo che i figli e le figli del Malawi siano protetti da gente come voi e che nessuno sia tentato di emulare quell'orribile esempio, contrario alla cultura e ai valori religiosi di questo Paese”

Stando a quanto è dato di sapere Chimbalanga è rimasto calmo durante la lettura della sentenza, mentre Steven era molto nervoso. Ricordiamo che Steven Monjenza e Tiwonge Chimbalanga si erano uniti in un matrimonio simbolico e per questo sono stati incarcerati e ora condannati.

Poco prima della sentenza Tiwonge Chimbalanga aveva dichiarato dal carcere:

“Io amo molto Steven e se la gente non mi dovesse dare la possibilità di amarlo e di vivere liberamente con lui, allora è meglio che io muoia qui in carcere. La libertà senza di lui non ha significato”.

E Steven gli ha fatto eco:

“Abbiamo fatto un lungo cammino insieme e anche se le nostre famiglie non sono felici della nostra condizione, non smetterò mai di amare Tiwonge”.

È assurdo essere condannati perché ci si ama.

Foto | Guardian

  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina: