Festa delle famiglie omoaffettive. Un appuntamento imperdibile


Non è vero, come afferma qualcuno, che le famiglie arcobaleno si materializzino il solo giorno del Gay Pride; la loro attività militante è in continua crescita, si riuniscono e sono partecipi in prima fila nella battaglia contro le discriminazioni, per una società che li accolga e si impegni a dare pari diritti a loro come al resto della comunità lgbtq. Il loro impegno è doppio, triplo, quadruplo, se si pensa che spesso questi nuclei familiari hanno dei figli da far crescere ed educare, una vita in comune col proprio compagno o compagna da mantenere in dignità, e mai dimenticano che le loro rivendicazioni e riconoscimenti appartengono a tutto il Movimento che sulle coppie di fatto sta facendo una strenua battaglia.

Per questo non vanno lasciate sole, perché, in fondo poi, noi tutti ambiamo a essere famiglia, a suggellare un partenariato d'amore con una legge che definisca diritti e doveri dei conviventi e diritti e tutele degli eventuali figli. Vale la pena essere al loro fianco, sostenerli, un impegno che ci dobbiamo dare tutti.

L'occasione per meglio conoscerli è la seconda edizione della "Festa della Famiglia" che si terrà domenica 23 maggio in alcune città italiane. Questo anno, in particolare, la "Festa delle Famiglie" vuole essere l’annuncio ufficiale dell’apertura del Pride Nazionale. Tutti a Napoli il 26 giugno sarà il sottofondo e l’invito rivolto alla comunità. L’avvenimento sarà pubblicizzato sulla stampa locale e nazionale e invitiamo tutti alla massima divulgazione e promozione dell’evento. Il ritrovo sarà reso visibile con striscioni e palloncini, di Famiglie Arcobaleno e delle associazioni lgbtq che vorranno aderire e sostenere l’iniziativa. Sarà presente un banchetto per la distribuzione di materiale informativo e divulgativo: brochure, volantini, adesivi e altri gadget disponibili.

La Festa delle Famiglie vuole essere un momento di aggregazione tra tutte le persone che si riconoscono in un’idea di società inclusiva e in un concetto “plurale” di realtà familiari. Quante oggi siano queste famiglie dell'amore e della solidarietà, qualcosa si sa: circa 100 mila, che è poi un bel numero, senza contare le tante affettività che hanno da tempo deciso di condividere vita e desideri, speranze e problemi. Un mondo che questo Stato stenta a voler riconoscere, aggrappato alla stantia litania circa le famiglie tradizionali, poco tutelate anch'esse nonostante certe prosopopee di certi politici cattolici.

Non va neppure taciuto il fatto che le famiglie omoparentali riescono a diventare esemplari rispetto a certi nuclei familiari tradizionali esacerbati o che finiscono per dettare violenza tra le mura domestica, a danno dei figli o tra genitori. Per proseguire su le tante famiglie che diventano doppie, triple eccetera, a causa dell'abbandono del tetto coniugale da parte di uno dei due genitori. Che stanno difendendo coloro che inneggiano, al solo scopo propagandistico, la difesa della famiglia formata da un uomo e da una donna?

Che senso ha ancora non concedere matrimonialità a persone delo stesso sesso che convivono da anni insieme, nutrono ed educano nel migliore dei modi i loro figli, se non quello di volersi dimenticare di loro? I costi sociali devono andare di pari passo con i diritti, perché poi, se molti pagano come se la loro famiglia fosse un'aliena, allora si tratta di un sopruso, di inciviltà. Come può uno Stato che si dichiara democratico, permettere tutto questo?

Andiamo, andate in tanti alla "Festa delle Famiglie", portate con voi i vostri amici, i vostri parenti, i genitori. Fate toccare loro, con mano, una realtà viva e quasi da invidiare, raccontando che per questa nostra patria sono apolidi.

Sotto troverete le città dove si svolgerà l'evento. Durante la giornata verranno proposte attività di animazione e spettacolo a cura di artisti di strada, musicisti, ecc., finalizzate a intrattenere i bambini presenti e ad attirare l’attenzione dei passanti.

Non si può dire di volere diritti per le coppie di fatto se non sosteniamo con gioia e convinzione queste belle realtà delle famiglie arcobaleno. Buona festa amiche ed amici.

Le città dove festeggiano sono:


  • Ferrara: Piazza XXIV Maggio, dalle 15:00

  • Mestre Parco San Giuliano – nell'area giochi vicino all'ingresso arancione, dalle 11:00 alle 17:00

  • Milano Largo Marinai d'Italia, dalle 11:00 alle 18:00 / lato via Anfossi - vicino allo spazio giochi dei bimbi: Giocoleria e intrattenimento per i bambini

  • Napoli Riviera di Chiaia (animazione e gazebo), dalle 10:00 alle 14:00 / Picnic sulla spiaggia antistante dalle 14:00 alle 16:00 / Corteo da via Caracciolo a Castel dell'Ovo (per la promozione del Pride del 26 giugno) dalle 16:00 alle 19:00

  • Roma Villa Ada (davanti alla penisola sul lago nei pressi del sughereto) dalle 11:00 alle 18:00

  • Torino Parco Michelotti (vicino al ponte di Sassi) dalle ore 11:00



Per aderire scrivi a aderire@famigliearcobaleno.org

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: