Il Governatore del Minnesota vieta una legge che permetteva a gay e lesbiche di decidere sui funerali del proprio partner

Il Governatore del Minnesota vieta una legge che permetteva a gay e lesbiche di decidere sui funerali del proprio partnerTim Pawlenty, repubblicano, Governatore del Minnesota, ha vietato una legge che permetteva al partner che rimane in vita di una coppia dello stesso sesso di poter organizzare i funerali del proprio partner. Secondo Pawlenty si tratta di una legge “non necessaria” dal momento che già esiste la possibilità di redigere un “testamento” (in Minnesota le coppie di fatto – sia gay che etero – possono iscriversi in un registro che concede diritti molto limitati; il disegno di legge sul matrimonio gay riposa beato in Senato). Ovviamente il Governatore non perde l'occasione per sottolineare che, per lui, il matrimonio è solo quello eterosessuale:

“Il matrimonio – quello fra un uomo e una donna – deve rimanere ad un livello più alto [...] Mi oppongo a considerare le coppie di fatto come equivalenti ad una coppia sposata”.

Secondo i difensori della legge, scopo della norma era proprio quello di eliminare la discriminazione nei confronti delle coppie regolarmente sposate, nelle quali il coniuge che resta in vita può prendere tutte le decisioni necessarie sugli adempimenti funerari senza che ci sia di mezzo un testamento.

Esiste una versione inglese della poesia 'A livella di Totò da mandare al Governatore? Dinanzi alla morte, forse, si potrebbe aver un po' di rispetto dell'amore che soffre, invece di pensare a beghe politiche.

Foto | Office of Governor Tim Pawlenty

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: