La condizione necessaria per combattere l'omofobia è l'attribuzione di uguali diritti a tutti

Un video di baci, senza etichette, per lottare a favore dell'uguaglianza dei diritti. Uguaglianza – come viene ricordato – che in Italia non c'è.

La discriminazione ha molti volti. Un volto odioso è quello di chi discrimina in base all'orientamento e alle preferenze sessuali. Come un tempo accadeva per il colore della pelle, per l'essere donne, per avere certe idee politiche. Eppure lo Stato non dovrebbe distribuire o togliere diritti in base a una caratteristica personale e privata. Che oggi non può che essere pubblica proprio perché l'ingiustizia la colpisce, colpendo chiunque abbia a cuore i diritti civili e non solo chi è privato della possibilità di essere pienamente un cittadino. Chi amiamo, e se amiamo qualcuno, dovrebbe essere irrilevante per la legge. La condizione necessaria per combattere l'omofobia è l'attribuzione di uguali diritti a tutti. Il progetto non ha scopi commerciali, ma l'intento di sottolineare e di sensibilizzare sulla mancanza di parità e uguaglianza. Chi non si oppone è complice. Grazie a chi ci ha messo la faccia.

Buona visione. Buone riflessioni. Buon impegno.

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: