Giornata Mondiale contro l'omofobia: serve davvero?

Giornata Mondiale contro l\'omofobia: serve davvero?In fin dei conti, a cosa serve celebrare la Giornata Mondiale contro l'omofobia, la transfobia e la bifobia? Anche all'interno del movimento in molti se lo chiedono. Tra costoro Alessandro Michetti alias Insy Loan – blogger, scrittore e il gay più influente in Italia secondo la classifica di Novella 2000:

Mi sono sempre chiesto quanto celebrare una ricorrenza possa servire a una causa. Io sono di quelli che comprano foreste di azalee, chili di mele e persino orribili pigotte pur di aiutare la ricerca scientifica e le associazioni umanitarie ma questa la trovo piuttosto inutile, senza considerare lo slogan che ha la caramellosa stucchevolezza di un proclama berlusconiano.

Con proclama berlusconiano Michetti intende lo slogan “L'amore vince sempre sull'odio” che campeggia sui manifesti affissi in varie città. Continua, poi, Insy Loan:

Questa commemorazione avrebbe forse senso se fossimo dei soggetti sociali politicamente rilevanti, se le associazioni pensassero di più a organizzare proteste davanti le curie, le ambasciate e i palazzi del potere invece di schierare i loro logo su un manifesto pubblicitario (presenzialiste come dei politici ai funerali di stato) e se fossimo una comunità che si indigna e reagisce implacabilmente ad ogni atto di intolleranza ma [...] ho la certezza che il prossimo video di Lady Gaga farà infervorare la comunità ghei molto, ma molto di più.

Voi come la pensate? Serve una giornata del genere? O ha ragione Insy Loan?

Foto | Omoeros

  • shares
  • Mail
21 commenti Aggiorna
Ordina: