Bolzano: uno degli aggressori ai due ragazzi gay: "Non sono omofobo, quella sera ero solo ubriaco!"

Bolzano: uno degli aggressori ai due ragazzi gay: "Non sono omofobo, quella sera ero solo ubriaco!"

È stato arrestato uno dei responsabili dell'aggressione ai due ragazzi gay, a Bolzano, solo perché si sono dati un bacio in pubblico. Lui è
Emin Ametovsky, un 26enne macedone domiciliato al campo nomadi di Castel Firmiano, ed fermato dalla polizia per lesioni personali e rapina. Sposato, con figli, e in Italia con un regolare permesso di soggiorno, nell'abitazione dell'uomo è stato trovato, come trofeo, l'orecchino strappato per sfregio a Simone Giovannini, uno dei due giovani aggrediti. Emin ancora lo conservava, con cura, a casa, orgoglioso del suo "scalpo".

Dopo aver detto di non essere affatto omofobo ma di essere stato solamente ubriaco, quella sera, il macedone ha anche affermato di aver agito da solo, senza complici, mentre in realtà già altre tre persone sono state individuate e denunciate (anche se testimoni e racconti parlano di almeno sette persone e non più solo quattro...).

Ametovk resta dunque in carcere, mentre gli altri tre in custodia cautelare, mentre le forze dell'ordine tentano di fare chiarezza e trovare tutti i responsabili che hanno partecipato a questo branco di violenza.

Via | Corriere Alto Adige

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 16 voti.  

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO