El Salvador vieta ufficialmente le discriminazioni verso gay, lesbiche e persone transessuali

El Salvador vieta ufficialmente le discriminazioni verso gay, lesbiche e persone transessualiIl governo del Salvador ha emesso un decreto che proibisce all'amministrazione pubblica qualsiasi forma di discriminazione basata sull'identità di genere e orientamento sessuale. Nell'annunciare tale misura Vanda Pignato – first lady e segretaria di Inclusión Social – ha affermato che “la discriminazione non è negoziabile” e che “il governo deve dare il suo esempio”. Ha anche sottolineato che questo decreto non ha nulla a che fare con il matrimonio tra persone dello stesso sesso, anzi ha tenuto ha precisare che è di “molto danno per la democrazia voler mischiare questi temi”.

“Non stiamo promuovendo alcun modo di comportarsi, non stiamo promuovendo l'aborto. Queste non sono obblighi dello Stato. Obbligo è, invece, difendere tutti i cittadini e i loro diritti contro la discriminazione”.

Nel documento – firmato dal presidente del Salvador Mauricio Funes (in foto) – viene proibito alle istituzioni e agli enti dell'amministrazione pubblica “compiere atti o assumere atteggiamenti che direttamente o indirettamente costituiscano una forma di discriminazione basata sull'identità di genere e l'orientamento sessuale”. Il testo, inoltre, specifica che le valutazioni dei funzionari pubblici dell'esecutivo verranno effettuate sul rispetto di tali disposizioni.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: