Manifesti di baci gay ad Udine e Pordenone: il presidente della provincia insorge

Manifesti di baci gay ad Udine e Pordenone: il presidente della provincia insorge

Ad Udine e Pordenone hanno tappezzato le città con alcuni manifesti che rappresentavano uomini gay che si baciavano. Lo scopo? Rappresentare la spontaneità dell'affetto raffigurato. Arcigay e Arcilesbica delle due città sono gli autori di questa iniziativa che ha suscitato (come prevedibile, ahimè) numerose polemiche.

Se le amministrazioni comunali delle due città, rappresentate da Furio Honsell e Sergio Bolzonello, esponenti del centrosinistra, hanno supportato e patrocinato la campagna, il presidente della Provincia di Pordenone, Alessandro Ciriani si è invece dimostrato contrario al progetto, bollando il tutto come esibizione fallimentare:

"È un’ostentazione pubblica fuori luogo di orientamenti sessuali privati. I baci omosessuali non sono neanche più trasgressivi e considerate le immagini con le quali, ogni giorno, ci bombardano i media, ormai sarebbe più trasgressivo mostrare una famiglia tradizionale"

Forse Ciriani dovrebbe anche capire il senso di questi manifesti che non vogliono essere trasgressivi (non siamo in un videoclip...) ma vogliono essere specchi di una realtà quotidiana da accettare e condividere. E, a proposito, vi ricordiamo la nostra iniziativa di baci (gay ed etero) da mandare alla nostra redazione a questo indirizzo: baci@queerblog.it. Facciamoci sentire (senza nasconderci, ma facendoci vedere!)

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: