Nichi Vendola parla di Chiesa e coppie gay a "Victor Victoria"

Nichi Vendola parla di Chiesa e coppie gay a "Victor Victoria"

Nichi Vendola è stato ospite ieri sera nel programma "Victor Victoria" e ha anche affrontato, tra i vari argomenti toccati, quello della questione omosessualità/Chiesa. Lui è sempre stato un cattolico dichiarato, con posizioni apertamente a favore dell'attuale Papa: così, la Cabello gli ha chiesto la propria opinione sui continui e duri attacchi della Chiesa nei confronti delle coppie di fatto. E lui ha spiegato l'inutilità di atteggiamenti anticlericali:

"A questo spirito di intolleranza che a volte soffia forte in Italia, nel mondo ecclesiastico e nel mondo politico non bisogna rispondere con atteggiamenti anticlericali, con una intolleranza di segno contrario. Non dobbiamo abbattere i muri dell'intolleranza e dobbiamo discutere"

Vendola vorrebbe sfidare la Chiesa e comprendere questo senso di peccato insormontabile:

"Io vorrei sfidare la Chiesa. Vorrei capire in cosa consiste il peccato quando si è nei dintorni dell'amore. Perchè una coppia regolarmente sposata in cui vige la violenza e l'ipocrisia va bene, mentre una coppia gay dove c'è un patto d'amore straordinario e un vincolo di fedeltà ha a che fare con le fiamme dell'inferno? Trovo questa rappresentazione oppressiva e penso che Dio sia libertà e che il suo dono sia fondamentalmente, appunto, libertà"

Parole intelligenti, senza ombra di dubbio ma che, a mio parere, non dicono nulla di nuovo, originale e convincente. Che la Chiesa non approvi l'unione tra due persone dello stesso sesso è ormai un dato di fatto (e parlo della Chiesa, non di Gesù, per chi è credente e cattolico...), allora perché continuare ad intestardirsi su questa strada a senso unico?

Foto | PdCanosa

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: