E al cinema, durante "Colpo di fulmine" / "I love you Philip Morris", si urla "Muori, frocio di merda!"

E al cinema, durante "Colpo di fulmine" / "I love you Philip Morris", si urla "Muori, frocio di merda!"

La notizia è qualcosa che fa accapponare la pelle. Sappiamo già tutti della censura e del marketing etero italiano voluto per il film "I love you Philip Morris". In Italia è diventato "Colpo di fulmine- Il mago della truffa" e alcune scene gay sono state "gentilmente" tagliate. E non perchè sia un film particolarmente violento o crudo, ma poichè le immagini parlavano di sesso e amore gay. Che qua, nel nostro paese, è ancora peggio.

E ad un cinema di Bologna, durante la proiezione del film in questione, alcuni ragazzini (e ragazzine) hanno iniziato a bofonchiare e lamentarsi per la svolta omosessuale che stava prendendo la pellicola (perchè putroppo si poteva solo censurare e non ribaltare la trama della pellicola). Si è passati da urla di "Froci!" e "Culattoni!", fino ad un più esplicito e violento " Muori, frocio di merda!"

Eccoci qua, 2010. Film commedia dove probabilmente gli spettatori limitati speravano di vedere un Jim Carrey impegnato a interpretare un "pirla qualunque" e invece delle facce buffe e delle mossette divertenti, ha saputo anche impersonare un ruolo gay. Qualcosa che non può essere accettato dalla massa omofoba presente e che urla il proprio sdegno e disgusto.

Foto | StardustMovies

  • shares
  • Mail
23 commenti Aggiorna
Ordina: