Bergamo. Genitori si oppongono a incontri sull'omosessualità: "Sono dannosi e potrebbero essere devianti"

Bergamo. Genitori si oppongono a incontri sull'omosessualità: "Sono dannosi e potrebbero essere deviati"

A Romano di Lombardia, in provincia di Bergamo un gruppo di genitori si è opposto ad una proposta partita dal gruppo gay Milk di Milano, per una serie di incontri nelle scuole sul tema dell'omosessualità il 30 e il 31 marzo:

"Accompagno mio figlio persino a fare le vaccinazioni, figuriamoci se lo lascio andare a un incontro del genere. E' come il vaccino antinfluenzale: è più dannoso che utile"

Se l'essere gay è paragonato, in maniera ignorante e stupida, ad un vaccino contro l'influenza, ecco un altro commento misero e triste, segno di una mentalità, in certi casi, davvero limitata:


"I ragazzi stanno formando la loro personalità e quindi potrebbero essere deviati"

Questi commenti hanno provocato la dura reazione di alunni e docenti che hanno ribadito la loro contrarietà all'omofobia. E la preside della scuola ha acconsensito a programmare nuovamente gli incontro, però in maniera riveduta e corretta. Potranno partecipare solo le quarte e le quinte classi della scuola (solo quelli più 'grandi', insomma...), sarà ammesso un solo omosessuale a rappresentare la comunità (due son troppi, forse emanano troppe influenze gay...) e l'incontro dovrà essere moderato dall'Agedo (Associazione di genitori e amici degli omosessuali). E, sempre la preside, in merito all'accaduto ha precisato:

"L'organizzazione dell'assemblea è tuttora in corso e il programma non è ancora definito. Se l'associazione Milk non ci sarà è perché le finalità di quell'incontro sono altre e non perché in questa scuola c'è gente omofoba"

Fonte | Repubblica

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 12 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina: