Presidente del Gambia vuole licenziare e dare fuoco ai soldati gay e lesbiche: "Non abbiamo bisogno di loro"

Presidente del Gambia vuole licenziare e dare fuoco ai soldati gay e lesbiche: "Non abbiamo bisogno di loro"

Yahya Jammeh, presidente del Gambia, ha intenzione di estromettere tutti i gay e le lesbiche impegnati in azioni militari per lo Stato.

L'uomo, infatti, avrebbe attuato questa decisione per non incoraggiare comportamenti omosessuali all'interno dell'esercito: è ancora un tabù e la tolleranza non è un aspetto che vogliono considerare. Del resto, in Africa, l'essere gay non è affatto sopportato e viene anzi duramente condannato, persino con condanne a morte e carcere.

E ora, più che mai è forte l'intenzione di conservare quelle "tradizioni" fondamentali per il popolo e l'esercito non deve poter rappresentare un luogo dove gay e lesbiche possano esistere. E proprio qualche fonte ufficiale all'interno dello Stato, parla di questa decisione come un gesto assolutamente folle e insano, segno forse di un delirio ben più grave. Proprio Jammeh infatti avrebbe minacciato la sua intenzione di dare fuoco a gay e lesbiche impegnati nel servizio militare.

Foto | TheGambiaecho

  • shares
  • +1
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: