E la Lega Nord irrompe contro la proposta di legge sull'omofobia di Paola Concia

E la Lega Nord irrompe contro la proposta di legge sull'omofobia di Paola ConciaGiusto ieri vi abbiamo parlato del nuovo tentativo di Paola Concia nel creare una nuova legge contro l'omofobia e transfobia, ed ecco che interviene la Lega Nord, mai come in questo ultimo periodo in vetta alla cronaca per opinioni di qualsiasi genere e contesto. Ha infatti sollevato un richiamo per il fatto che una legge bocciata non può essere nuovamente presentata alla Camera. Giulia Bongiorno ha già mandato una lettera a Gianfranco Fini per informarlo sulla questione.

Ma la Concia sembra essere del tutto tranquilla, spiegando che i testi sono stati cambiati da quelli di due mesi fa, quindi l'accusa semplicemente non può esistere. Ribadisce inoltre che le opinioni sui diversi argomenti possono pure essere differenti ma che non dovrebbe esserci alcun rifiuto per assicurare protezione e diritti umani a tutti quanti. L'unica richiesta presentata dal deputato è stata di

"usare franchezza e onestà intellettuale, soprattutto Lega e Udc, che non hanno mai nascosto la loro contrarietà a un provvedimento del genere, essere espliciti e non nascondersi dietro equilibrismi giuridici. Si può democraticamente dire alla luce del sole di non volere una legge contro l'omofobia e la transfobia. Basta essere espliciti. Questo chiedo: che siate onesti verso il paese"

Foto | OpenPolis

  • shares
  • +1
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: