Non tutti gli arcivescovi sono Ruini

L'arcivescovo sudafricano Desmond Tutu - anglicano - ha tuonato contro i leader religiosi africani, rei di "perdere tempo" a perseguitare gay e lesbiche e a occuparsi "di ciò che si deve fare a letto e con chi", mentre l'Africa deve affrontare veri problemi.

Non è la prima volta che il Premio Nobel sudafricano difende le persone omosessuali, spesso accomunate da lui ai neri per le sofferenze e le umiliazioni subite nel corso dei secoli; stavolta, però, Tutu si è detto "profondamente disturbato" da questo atteggiamento degli esponenti conservatori della chiesa anglicana.

"Discriminare qualcuno per il suo orientamento sessuale è lo stesso che discriminare qualcuno per qualcosa che non può cambiare, come l'etnia o la razza. Non posso immaginare che una minoranza, a sua volta perseguitata, possa perseguitare altri", ha detto Tutu.

Gli arcivescovi non sono tutti uguali.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: