Roma: gay minacciati con un coltello fuori dal Muccassassina

Roma: gay minacciati con un coltello fuori dal Muccassassina

6 di sabato mattina, dopo una serata trascorsa al Qube. La serata è quella famosa e conosciutissima in tutta Roma, il Muccassassina. Un gruppo di amici sta facendo colazione dopo aver ballato per ore: son stanchi ma tra una brioches e l'altra scherzano e ricordano buffi avvenimenti della serata. Più specificamente parlano di un certo "Mario", un ragazzo forse conosciuto quella sera stessa, forse un loro amico, non ha importanza.

Ci ricamano sopra risate e scherzi tra loro, l'ilarità è generale. Un uomo passa accanto a loro per uscire e uno di questi giovane, ancora tra le risate di prima, lo saluta con "Ciao Mario!". L'errore è stato commesso.

"Froci di merda, dovete stare attenti, io vi ammazzo, io vi gonfio, vi spacco il culo e senza vasellina! Già me so fatto due anni de galera, non me ne frega un cazzo de tornacce!"

L'uomo si avventa sui ragazzi, insultandoli e si allontana, incamminandosi verso la propria auto. Comprendendo che lo scherzo non è stato compreso o gradito, uno dei giovani lo segue, esce all'esterno e lo raggiunge per scusarsi, per giustificare il saluto con quel nome. Altro errore.

Una volta aperto lo sportello della macchina, lo sconosciuto infatti si volta e tra le mani stringe un coltello. Il giovane, insieme ai suoi amici che lo hanno seguito, si allontanano e rientrano velocemente al bar, presi dal terrore e dal panico. L'incubo di Svastichella e il fantasma di un torace ricoperto dai punti visto in televisione spaventa più di mille frasi o parole lette.

Entrano nel bar, dove si barricano, e dall'esterno l'uomo continua ad inveire contro di loro, a brandire il coltello, ad insultare e a promettere sangue. Quando finalmente arriva la polizia, lui è ormai in fuga e tutto quello che i ragazzi possono fare è recarsi in Questura a sporgere denuncia.

Ormai non c'è più spazio per le risate. Sono solo un lontano ricordo: mentre quello più vivido è la lama del coltello che l'uomo voleva usare contro di loro per un saluto non gradito. E una violenza scampata per poco.

Foto | 06Blog

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: