Storie di donne che si amano: Angela e Manuela a Roma e Rahana e Sobia a Birmingham

In questi giorni la cronaca ha parlato delle storie di Angela a Manuela che sono state benedette come coppia nella chiesa valdese di Roma e di Rahana e Sobia, musulmane, che si sono unite civilmente a Birmingham.

Per San Valentino le coppie lesbiche e gay avranno sconti nei musei?

Angela Brussato e Manuela Vinay si sono unite domenica scorsa nella chiesa valdese di Piazza Cavour a Roma: sono la prima coppia di lesbiche a vedere benedetta la loro unione in una chiesa valdese.

Il rito è stato presieduto da Maria Bonafede, che in passato è stata Moderatore della Tavola Valdese (una sorta di “papa dei valdesi”: è stata la prima donna a rivestire un ruolo di leader supremo all’interno di una chiesa cristiana). Insieme a parenti e amici erano presenti alcuni esponenti di varie associazioni lgbt della capitale de Ileana Piazzoni, deputata di Sinistra Ecologia Libertà.

La chiesa valdese dal 2010 benedice le unioni gay: non si tratta di matrimoni veri e propri, ma di una benedizione. Tali benedizioni non hanno alcun valore per la legge italiana, ma senza dubbio lo hanno per Angela e Manuela a cui vanno i nostri più sinceri auguri.

L’amore tra Rahana e Sobia, donne di fede musulmana

In Gran Bretagna Rahana Kausar e Sobia Kamar, entrambe pachistane e di fede musulmana, hanno ufficializzato la loro unione. Le due donne si sono conosciute tre anni fa a Birmingham e, grazie al visto per studio che hanno, hanno deciso di formalizzare la loro unione. Allo scadere dei visti dovrebbero tornare in Pakistan, ma le due donne hanno chiesto asilo politico in Gran Bretagna perché nel loro paese sarebbero perseguitate per via del loro orientamento sessuale.

Rahana ha dichiarato al giornale The Independent:

Il problema in Pakistan è che chiunque pensa di poter decidere come gli altri debbano vivere, di poter dettare la morale agli altri. Noi adesso siamo qui, in questo Paese, a causa del nostro clero, che tiene in ostaggio la società. Società un tempo tollerante e rispettosa delle libertà individuali.

La cerimonia è stata solo civile, dal momento che Rahana e Sobia non hanno trovato alcun imam disposto a officiare la cerimonia nuziale islamica.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 7 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO