Coppia gay: quando uno dei due viene tradito...

Coppia gay: quando uno dei due viene tradito... Argomento spinoso, quello di oggi: i tradimenti in una coppia. Purtroppo capita spesso in un rapporto che ad un certo punto vi sia una crisi e che questa possa portare ad avere una sbandata o addirittura una relazione esterna. Nelle mie due lunghe relazioni precedenti, ho assaporato in prima persona il gusto di essere cornificato e non è sicuramente un'esperienza da consigliare.

Nel primo caso, la relazione era iniziata da qualche mese. Per me si trattava della prima storia gay ed ero lanciato, entusiasta e vivevo tutto all'ennesima potenza. La persona con cui stavo invece ovviamente non sapeva esattamente quello che provava. E' andato avanti per mesi, fino a quando al ritorno da una breve vacanza nella sua città d'origine, mi aveva confessato di aver conosciuto un ragazzo. E nemmeno è stato "casuale" ma lui gli aveva lasciato il numero e si erano rivisti prima della partenza, scambiandosi un bacio in auto. Io l'ho presa bene: dopo la confessione me ne sono andato da casa sua, in un mix tra Mamma Roma e La ciociara, camminando per la strada in lacrime.

Faticosamente mi sono fidato nuovamente e abbiamo anche preso casa insieme, ma la storia si è esaurita nel giro di un anno circa. Nel secondo caso, invece, me le sono prese per ben due volte, giusto per non farmi mancare nulla.

La prima volta durante la solita, simpatica, pausa di riflessione. Io mi dannavo l'anima per ogni giorno di lontananza, aspettando e confidando nel momento in cui ci saremmo rivisti per sentirmi dire che ero indispensabile, che gli ero mancato e che senza di me non riusciva ad andare avanti. Lui nel frattempo aveva occupato il tempo per riflettere spompinando un altro ragazzo che aveva incontrato (scusate la finezza, ma quando ci vuole, ci vuole...). Non l'ho saputo subito, ma me l'ha detto qualche giorno dopo esserci incontrati, in un modo molto elegante: via msn.

Mesi dopo ci siamo rivisti e abbiamo provato a ricostruire la storia. Ma la minestra riscaldata, si sa, non ha lo stesso sapore di quella originale. E un weekend, dopo essersi fermato 3 giorni a dormire a casa mia, si era unito, alla domenica sera, per andare a ballare con me ed un mio amico. La serata si è conclusa nel migliore dei modi: io che lo cercavo, lui che veniva rimorchiato da un altro tipo. A fine serata, quando mi è venuto incontro, al mio " Che cazzo hai fatto..." ha sbiascicato un "Non è successo niente... Abbiamo parlato... e c'è stato solo un bac...". La mia mano si è alzata in cielo, come un gladiatore, ed è planata sulla sua guancia, seguito da un suo guaito (termine scelto volontariamente) di dolore. La gente intorno a noi è rimasta in "Pause" a fissare la scena, immobile.

So che dovrei dire che la mia reazione è stata immatura e me ne sarei dovuto andare, dignitosamente, ma purtroppo non è così. Se solo oggi ripenso allo schiocco che la mia mano ha provocato sulla sua guancia, ancora mi nasce un sorriso sadico e sordido.

Posso quindi dire che scoprire un tradimento è qualcosa che, quando sei innamorato, ti lacera, oltre a farti perdere totalmente tutta la fiducia che hai riposto nel tuo partner e nella vostra storia. Difficilmente, dopo una questione di corna, si riesce a risanare completamente un rapporto. Voi avete avuto esperienza simile? E avete perdonato?

Foto | SaidMe

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: