Piccola ammissione per Mika: "Sì, sono bisessuale"

Piccola ammissione per Mika: "Chiamatemi pure bisessuale" Se fino a pochi giorni fa Mika ribadiva di non voler essere etichettato ma di avere più interesse a parlare della sfera della sessualità in generale, le cose sembrano essere cambiate. In un'intervista al FreePass Gay&Night, ha concesso "chiamatemi pure bisessuale".A dire il vero mi sembra un po' una moda degli ultimi tempi (è così chic, o sbaglio?)...

"Non mi sono mai etichettato. Detto ciò, non mi sono mai posto dei limiti, a livello delle persone con le quali dormo. Quindi definitemi come vi pare. Chiamatemi pure bisessuale, se vi serve una definizione"

E in merito all'influenza che il suo "coming out" potrebbe avere sui ragazzini e sui più giovani, ha dichiarato, candidamente:

"Si puo’ essere modelli in varie forme, anche senza porsi come una persona con un’etichetta. Diciamo che se hai 16 anni e non sei sicuro del tuo orientamento, dovresti essere libero. Se hai un modello il cui messaggio è ‘fai ciò che vuoi, senza preoccuparti delle etichette’, penso che sia una cosa positiva"

Che ne pensate di questa dichirazione "consenziente" di Mika? Importante, inutile o solo un modo come un altro per farsi pubblicità con il nuovo album?

Fonte | Gay&Night

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: