Il presidente dell’Uruguay ha promulgato la legge sulle nozze gay

José Mújica, presidente dell’Uruguay, ha firmato la legge sulle nozze gay che entrerà in vigore il prossimo 3 agosto.

José Mújica, Presidente dell'Uruguay

È ufficiale: la legge sul matrimonio ugualitario, recentemente approvata dal Congresso dell’Uruguay, è stata promulgata dal presidente della Repubblica, José Mújica (in foto). La firma è stata apposta lo scorso venerdì 3 maggio, ma la notizia è stata resa nota solo ieri. Le nozze tra persone dello stesso sesso inizieranno a essere celebrate a partire dal prossimo 3 agosto, un sabato.

Il primo articolo della legge – che va a modificare l’articolo 83 del Codice Civile – così recita:

Il matrimonio civile è l’unione permanente, ai sensi della legge, di due persone di diverso o uguale sesso.

L’Uruguay è stato il dodicesimo paese ad approvare il matrimonio ugualitario a livello nazionale (dopo l’Olanda, il Belgio, la Spagna, il Canada, il Sudafrica, la Norvegia, l’Islanda, il Portogallo, la Danimarca e prima della Nuova Zelanda e della Francia). La nuova legge fa sì che l’America Latina sia una delle regioni più avanzate del mondo per quel che riguarda il riconoscimento del matrimonio ugualitario.

Oltre alla vicina Argentina, infatti, ricordiamo che le nozze tra persone dello stesso sesso sono possibili a Città del Messico (e la loro validità è riconosciuta in tutto il Messico, secondo una sentenza della Corte Suprema). Non dimentichiamo, poi, che in Brasile ci sono già numerose coppie dello stesso sposate in base a decisioni dei singoli tribunali, che fanno sì che il matrimonio ugualitario sia possibile in dodici stati brasiliani e nel Distretto Federale.

Via | Dos Manzanas

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail