Michaela Biancofiore non ha più la delega alle Pari Opportunità

Il presidente del consiglio, Enrico Letta, ha comunicato che a Michaela Biancofiore non verranno assegnati compiti nell’ambito delle deleghe per le Pari opportunità, lo sport e le politiche giovanili, bensì compiti nell’ambito delle deleghe per la Pubblica amministrazione e la semplificazione.

Michaela Biancofiore non ha più la delega alle Pari Opportunità

Enrico Letta, presidente del Consiglio, ha modificato le deleghe assegnate a Michaela Biancofiore: da ora in poi non si occuperà più di pari opportunità, sport e politiche giovanili, ma solo di pubbilica amministrazione e semplificazione.

Letta ha preso questa decisione dopo che è stata pubblicata un’intervista alla Biancofiore, intervista che costituirebbe una infrazione alle “regole di ingaggio”: Letta infatti aveva sottolineato che, oltre a essere necessaria una sobrietà nell’organizzazione dei ministeri, è fondamentale una sobrietà nelle dichiarazioni.

La nomina di Michaela Biancofiore a sottosegretariato per le Pari Opportunità aveva scatenato moltissime polemiche non solo dalle associazioni lgbt italiane, ma da molti versanti della vita politica italiana. Del resto la Biancofiore si è sempre schierata contro i diritti delle persone omosessuali e non c'era proprio alcun motivo per nominarla alle Pari Opportunità.

L’intervista a Repubblica

Intervistata da Francesco Bei per Repubblica, la Biancofiore ha affermato di non preoccuparsi del giudizio delle associazioni lgbt:

Anzi, mi piacerebbe per una volta che anche le associazioni gay, invece di autoghettizzarsi e sprecare parole per offendere chi non conoscono, magari condannassero i tanti femminicidi delle ultime ore. Difendono solo il loro interesse di parte.

Per quel che riguarda le unioni civili, ha detto:

Penso che faremo un ddl che cavalcherà la modernità civile. Personalmente dico “no” alle nozze gay e “sì” alle unioni civili. È la linea di Silvio Berlusconi.

Sempre nella stessa intervista, la Biancofiore ha affermato:

Non sono omofoba. Sono una che odia, da vera liberale, qualsiasi tipo di discriminazione. Amo l'Amore con la maiuscola, in tutte le forme di amore. Io sono di un'apertura totale al mondo gay.

A proposito delle persone transessuali ha spiegato:

Non credo sia normale che un uomo vada con un trans. Come donna non riesco ad accettarlo.

Gay Pride

Dopo aver sostenuto che se avesse una figlia lesbica cercherebbe di starle vicino, ha detto a proposito del Gay Pride di Roma:

Se mi invitano ci andrà. Ma non mi metterò a ballare seminuda sui carri.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: