Paul Ryan, politico conservatore statunitense, si dichiara a favore delle adozioni gay

Da strenuo difensore dei diritti degli eterosessuali, ora Paul Ryan afferma che le persone omosessuali possono adottare se lo vogliono.

Paul Ryan, politico conservatore statunitense, si dichiara a favore delle adozioni gay

Durante la scorsa campagna presidenziale per la Casa Bianca più volte abbiamo parlato di Paul Ryan, candidato alla vicepresidenza di Mitt Romney, e abbiamo sottolineato quanto fosse contrario ai diritti delle persone lgbti. Recentemente Ryan ha rivisto alcune sue posizioni e si è dichiarato favorevole all’adozione da parte delle coppie omosessuali.

In un incontro a Janesville, nel Wisconsin, Paul Ryan ha risposto a una domanda che gli chiedeva ragione del fatto che non sostiene le nozze gay. Il politico, pur continuando a essere contrario all’uguaglianza matrimoniale, ha confessato di essersi pentito di aver votato a favore del divieto di adozione del District of Columbia (parliamo di fatti avvenuti nel 1999)

L’adozione… voterei diversamente oggi. Ci sono bambini orfani che non hanno persone al loro fianco e ci sono adulti che hanno voglia di amare e crescere dei figli. Dovrebbero avere il diritto di farlo, punto. Voterei in questo senso.

Gran cambiamento per una persona che sosteneva che i diritti “vengono dalla natura e da Dio, non dal governo”.

Ricordiamo che dello stesso avviso è Mitt Romney, lo sfidante di Obama, che ha affermato di non escludere l’adozione da parte di coppie dello stesso sesso, anche se il matrimonio è solo per gli eterosessuali.

Le opinioni delle persone cambiano, ed è un bene. Trovo curioso, comunque, che si sia a favore dell’adozione da parte di coppie dello stesso sesso e invece si sia fermamente contrari al matrimonio da parte di quelle stesse persone che, però, hanno i requisiti per adottare.

Via | After Santana

  • shares
  • Mail