L'attore gay Russell Tovey trova rischioso interpretare un omosessuale

Curiosa dichiarazione di Russell Tovey, un attore dichiarato che non ha ancora interpretato un ruolo gay per timore...

russell-tovey

Solitamente è difficile, in alcuni casi, per un attore apertamente gay, riuscire a non essere contattato per interpretare il ruolo di omosessuale in una serie tv o in un film. A Russell Tovey, omosessuale dichiarato, capita solo di portare in tv personaggi eterosessuali. Ed è la caratteristica che preferisce, come lui stesso racconta:

"Ogni personaggio che interpreto è etero, cosa unica e rara, dice il mio agente, perché non è davvero così scontato e comune per qualcuno che è apertamente gay la capacità di interpretare ruoli eterosessuali. Quindi, per me interpretare un gay deve essere qualcosa di speciale, perché potrebbe in realtà essere più un rischio. Così sto aspettando quel ruolo - io voglio che sia qualcosa che si muova in avanti le cose"

Un commento particolare che riporta alle mente il solito discorso sulle difficoltà, per un attore, dopo il suo coming out, di riuscire ad essere scritturato per interpretare un amante delle belle donne. Una sorta di discriminazione e una sofferenza riportata anche da Rupert Everett che, in passato, ha ammesso di essersi pentito di aver ammesso la propria omosessualità.

In questo caso, però, il timore è contrario: interpretare un gay da parte di un omosessuale dichiarato è simbolo di rischio e incertezza

  • shares
  • Mail