Cossiga prevede il via libera per i matrimoni omosessuali

Cossiga prevede il via libera per i matrimoni omosessuali

Francesco Cossiga, ex presidente della Repubblica, prevede che i matrimoni gay si faranno dal momento che il governo ha bisogno di barattare lo scudo processuale penale per il premier:

“Ed ora dopo la decisione dell'Aifa di autorizzare l'uso della pillola Ru486 nell'ambito della applicazione della legge 194, con il favore dell'opposizione, cattolici compresi, e senza alcun contrasto da parte della maggioranza, salvo due esponenti di essa, sarà la volta dell'introduzione del matrimonio tra persone dello stesso sesso da parte della Corte Costituzionale investita di questo problema dalla Corte d'Appello di Trento e dal Tribunale di Venezia”.

Quindi specifica meglio le sue affermazioni:

“La Corte deve affrontare anche il problema della legittimità del 'lodo Alfano', e non vi è dubbio che nelle trattative che vi sono in corso, la maggioranza mollerà sul tema dei matrimoni tra non eterosessuali per avere in cambio lo 'scudo' processuale penale per il premier, anche perché come noto la stessa maggioranza ha preso molto male il massacro di Silvio Berlusconi da parte di Avvenire e di Famiglia Cristiana, del cardinal Bagnasco e di monsignor Crociata. Sono gli svantaggi dei regimi concordatari, ormai forse datati e superati, anche per l'Italia”.

Secondo Cossiga, dunque, in Italia vige una sorta di baratto tra i poteri: governo, magistratura e Vaticano. Vedremo cosa dirà la Corte Costituzionale: magari approverà le unioni gay e boccerà il lodo Alfano...

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: