Napoli: sesso gay davanti a tutti in una via della città

Mercato Via Brin Da tempo i napoletani si lamentano di una zona,via Brin, dove, durante i concitati mercati ucraini, oltre a mancare sicurezza e controlli, viene effettuata la vendita di generi alimentari andati a male e un vero e proprio commercio carnale . Lì, gli acquirenti, solitamente persone dell'Europa dell'est, possono scegliere le prostitute con cui intendono trascorrere momenti di sesso.

Una mercificazione che continua ad aumentare giorno dopo giorno e che ha provocato proteste e lamentele, pare finora inascoltate, da parte degli abitanti della zona, esasperati da questa situazione. E da qualche tempo, oltre alle prostitute, possono venire scelti anche ragazzetti, con cui sfogare le proprie voglie e pulsioni. Ovviamente cià non avviene nella via principale, ma in qualche traversa poco abitata e frequentata, dove, in auto, si può trovare l'intimità adatta.

Ed è in una di queste strade interne nella quale, pochi giorni fa, due uomini, intenti a consumare, in fretta e per pochi euro, sono stati notati dai passanti. Inizialmente le gente si è lamentata e ha cercato di smetterla di compiere "certe pocherie". Poi, esasperati, hanno iniziato a colpire con ceffoni e sberle i due uomini, che sono poi scappati, tentando di rivestirsi, lungo altre vie adiacenti. Ed è la stessa gente a ribadire di non porterne più e che questa è l'abitudine di ogni domenica. Anche se....quella del rapporto tra due uomini è stata una novità anche per noi. Reazione di esasperazione o dovuta a questa scena "particolare" fino ad allora?

Foto | IlMattino

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: