Paola Binetti: unioni tra gay solo se diverse dal matrimonio

paola binetti Paola Binetti, del Pd, salita alla cronaca un anno fa per aver equiparato gay ai pedofili e poi aver ritrattato, è stata intervistata da Klaus Davi e, come riporta Napoligaypress, ha dato la sua opinione in merito alle unioni tra omosessuali, sembrando favorevole a quelle civili:

"Le persone che conoscono meglio le leggi e i codici riescono a muoversi con molta più agilità per permettere, promettere e garantire alle persone cui vogliono bene il maggior numero di garanzie possibili"

Sempre senza dimenticare il suo punto di vista, che non sembra essere cambiato come quello di altri politici americani:

"Tutto purché non abbia nulla a che vedere né nella prassi, né nei modelli, né nel simbolo, con quello che è un matrimonio"

Tradotto: niente che somigli a delle nozze, ma se vogliamo possiamo vestirci da Shirley Temple, chiamare un amico a suonare dei bonghi (sinfonia lontana da quella della marcia nuziale) e poi possiamo anche pretendere un legame civile. Dura, ovviamente, la risposta dell'Arcigay, in merito alla sua dichiarazione:

Voi che ne pensate in merito alle parole dell'esponente del Pd? Un passo avanti minimo o l'ennesimo 'contentino' illusorio solo teorico?

Foto | LaStampa

  • shares
  • Mail
22 commenti Aggiorna
Ordina: