Lo spot greco che mette in scena una vecchia gag gay

Un'agenzia di viaggio greca sceglie di affidarsi ai luoghi comuni più triti per pubblicizzarsi. E così facendo è probabile che perdano buona parte della clientela, non solo quella gay.

Alcune manovre oltre a sembrare sorpassate e irreali, sono poco convenienti da un punto di vista economico, oltre che false da quello storico e culturale.

Per invitare a fare viaggi senza sorprese, un'agenzia Greca – la compagnia AirFasttickets che dovrebbe conoscere isole con nomi tipo Lesbo, e sull'omosessualità avrebbe a portata di mano materiali per documentarsi, come d'altronde tutti i paesi del mondo nel suo spot –, ha deciso di ritrarre un uomo gay al volante di un camion che tenta l'approccio con uno sprovveduto e giovane autostoppista appena caricato.

Una vecchia gag triga e ritrita, che vede l'inquietante mutazione da camionista macho a camionista gay. Una serie di stereotipi messi in fila. L'invito è ad affidarsi a esperti se non si vuole incappare in situazioni simili, leggasi imbarazzanti. E incontrare un camionista gay probabilmente rientra in questa categoria.

Senza contare che con un'operazione del genere si giocano, in un colpo solo, molti turisti omosessuali.

Anche se la vicina Grecia, per bellezza e mito, val sempre una visita, a minare l'allure di meta gay friendly  - secondo la lettura che ne ha dato la ricercatrice Fragkiska Megaloudi, sembra sia stata la crisi, che aumenta la recrudescenza verso le fasce sociali minoritarie come gay e stranieri. Una sorta di disagio sociale amplificato.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 5 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO