Lilyan Tashman, la femme fatale di Hollywood

Maliarda sul grande schermo e nella vita, Lilyan Tashman morì giovanissima a 37 anni per un tumore. Questo tuttavia non le impedì di bruciare le tappe e vivere intensamente fino al suo ultimo giorno.

Lilyan Tashman

Celebre per i suoi ruoli di bionda sinuosa e senza cuore che, immancabilmente, rubava fidanzati e mariti a destra e a manca, Lilyan Tashman (1896-1934) nella vita di tutti i giorni non si discostava molto dai personaggi che, con amabile disinvoltura, portava sul grande schermo.

La sua esistenza benché breve, fu sorprendentemente scoppiettante. Un calice pieno di bollicine che l’attrice, come un’eroina cinematografica di altri tempi, bevve spavaldamente, incurante della morte, fino all’ultimissima goccia. I suoi party selvaggi erano la chiacchiera di tutta Hollywood, i suoi amori saffici all’ordine del giorno e quel suo matrimonio con Edmund Lowe, un attore gay che passava da un matrimonio all’altro, un’affettuosa amicizia che rese però entrambi ancora più famosi.Ancora più desiderati.

Nella loro elegantissima casa interamente arredata in stile art déco dalla stessa Tashamn, i due intrattenevano e seducevano quasi ogni sera, inebriati dal loro stesso successo.

Una fama oggi in parte dimenticata, ma che in quegli anni vide l’attrice trionfare come una delle dieci donne più eleganti del mondo. Ufficiale sigillo a un glamour che non nasceva certo dall’abito, ma, più segretamente, dall’essenza.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 7 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail