L’Uruguay compie un altro passo verso il matrimonio gay

Il progetto di legge sulle nozze gay in Uruguay è stato approvato da una commissione e ai primi di aprile sarà discusso nel Senato del paese.

Bandiera dell'Uruguay

Passo dopo passo, nonostante le difficoltà, l’Uruguay cammina con passo fermo verso la piena uguaglianza. Se alla fine dello scorso anno i deputati del paese sudamericano votavano a favore della legalizzazione del matrimonio tra persone dello stesso sesso, in questa settimana una commissione del Senato dell’Uruguay ha approvato il progetto di legge per il matrimonio gay.

Il disegno di legge è stato votato in seno alla Commissione Costituzionale e Legislativa della Camera alta. Il passo seguente sarà l’approvazione del progetto da parte di tutto il Senato, nella votazione che si terrà il prossimo 2 aprile. Dopo tale votazione il progetto di legge tornerà nuovamente al Parlamento dell’Uruguay per una nuova votazione, visto che il testo licenziato da quella Camera ha avuto delle modifiche nel Senato.

Il primo articolo del testo di legge afferma che con matrimonio

si intende l’unione tra due contraenti, qualunque sia la loro identità di genere o il loro orientamento sessuale, negli stessi termini, con uguali effetti e modi di scioglimento stabilite nel Codice Civile.

Uno degli aspetti che più hanno fatto discutere l’opinione pubblica è quello che riguarda l’ordine dei cognomi che dovranno avere i figli delle coppie omosessuali: nel caso di figli, saranno i genitori stessi a scegliere l’ordine dei cognomi o anche mediante sorteggio in caso di mancanza di accordo; tale norma riguarderà anche i matrimoni eterosessuali.

Al momento attuale, la legge dell’Urugauy non permette il matrimonio tra persone dello stesso sesso, ma la Giustizia alcuni mesi fa ha riconosciuto valido un matrimonio celebrato nel 2010 in Spagna tra un uruguaiano e uno spagnolo (anche se in un secondo momento la sentenza è stata impugnata).

Via | Siglo21
Foto | Getty

  • shares
  • Mail