Matthew Mitcham: "Il coming out mi è costato gli sponsor"

Secondo Matthew Mitcham, il bel tuffatore australiano medaglia d'oro ai giochi olimpici di Pechino, il motivo per cui diversi sponsor lo avrebbero abbandonato al suo ritorno dalla Cina sarebbe stato proprio quel coming out che tanto entusiasmò la stampa di tutto il mondo durante le gare.

Il campione ha infatti dichiarato al Daily Telegraph che, pur non avendo subito nessun atteggiamnto omofobico nel mondo dello sport, si augura che non lo stia subendo dal mondo delle società che investono sugli sportivi, dal momento che dalla fine delle olimpiadi l'australiano sembra non aver trovato alcuno sponsor ad aspettarlo, cosa certamente insolita per un'acclamatissima medaglia d'oro.

Qualche giorno prima di vincere a soli 20 anni l'oro olimpico, lo scorso anno Mitcham aveva rivelato la propria omosessualità in una breve intervista ad un giornale, cosa che lo avrebbe di lì a poco reso un modello non solo per molti sportivi ma anche per tanti ragazzi omosessuali. Una giovane carriera tutta in salita la sua: già campione del trampolino fu notato da quello che sarebbe diventato il suo nuovo allenatore che capì di trovarsi davanti ad un potenziale campione olimpico che in effetti, dopo un anno nero di stop in cui ha dovuto combattere ansia e depressione, è riuscito finalmente a spiccare il volo. All'inizio di quest'anno è stato uno dei tre ambasciatori delle politiche per la salute maschile nominati dal governo australiano.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO