Dopo quanto fare sesso?

gay_kiss Quando conosci qualcuno, a volte capita che nasca il dilemma del sesso. E' un argomento che accomuna etero e gay e sul quale spesso ci si fa delle domande. Partiamo da un dato di fatto: se vogliamo una persona solo per andarci a letto o fare della sana ginnastica da materasso, questo discorso termina qua. Se invece conosciamo una persona e iniziamo a frequentarla, può sorgere la domanda su quanto tempo deve passare prima che ci si possa " concedere". Scusate il termine da Madame Bovary, ma era per dare enfasi alla cosa.

Il sesso a volte sa essere anche un'arma a doppio taglio. Si rischia di poter accelerare dei tempi e bruciare delle tappe. Mi sono spesso chiesto, quando incontravo una persona che mi interessava, quanto tempo dovessi far passare, e quante uscite, prima di lanciare i vestiti per aria. Mi è capitato di uscire con dei ragazzi e se ci andavo a letto la sera stessa, poi si comportavano da amici e cercavano di riequilibrare la cosa. Era come se sentissero nell'aria il pericolo dei "fiori d'arancio" (testuali parole). Quindi tentavano disperatamente ( e goffamente) di far capire che non erano nel periodo adatto per far iniziare una storia. Spesso semplicemente volevano saltare da un letto all'altro. E il mio era già stato depennato dalla lista.

Ricordo una volta di aver chattato con un ragazzo e di esserci uscito per un aperitivo. Sembrava in gamba, era carino e si era lanciato nel classico discorso di presentazione per essere accettato all'università del Buon Costume: non faccio sesso tanto per fare, sono stato ferito dal mio ex, voglio trovare l'amore, sono stanco dei rapporti usa e getta. Mi aveva talmente colpito e convinto che mi era sorto spontaneo invitarlo ad una risikata a casa di amici. Aveva accettato e quella stessa notte eravamo andati a letto insieme. A seguire era sempre presente ma meno "lanciato" dei giorni precedenti al "fattaccio". Lo invitai così a cena e dopo un suo tentennamento ( " A cena noi due da soli? Non è un po' troppo 'high profile'?" ) mi aveva candidamente raccontato ( al tavolo) di aver conosciuto da pochi giorni un pilota di aerei e che temeva però di non interessargli a sufficienza.

Depennai così dalla lista l'opzione " sesso ai primissimi appuntamenti". La prova finale l'ebbi sempre da lui, quando, ingenuo, mi aveva detto di non aver capito che volessi "veramente" una storia dato che " ci eravamo divertiti ed era stata una bella sco***a per entrambi, no?". Al ritorno a casa mi sono accertato che non mi avesse lasciato 50 euro sul comodino per ringraziarmi ancora più sentitamente. Per cui ho pensato che sapere aspettare almeno un mese può essere un buon modo per fare una selezione naturale: chi voleva solo portarmi a letto se ne sarebbe andato a cercare qualcun altro e chi era davvero interessato a me avrebbe saputo aspettare. E finora i risultati hanno confutato questa mia teoria. E voi? Che ne pensate a riguardo? Se non cercate il fast sex, attendete anche voi un limite quasi fisso di tempo o vi concedete ad istinto, anche la sera stessa?

Foto | One from RM

  • shares
  • Mail
17 commenti Aggiorna
Ordina: