Omofobia a Forum, Rita dalla Chiesa, e la "sua opinione personale"

La nota conduttrice Rita Dalla Chiesa, benché più volte apertamente gay friendly (prese fortemente posizione contro le affermazioni omofobe del criminologo Francesco Bruno, che definì l'omosessualità una malattia, e lo fece durante una puntata del suo programma di infotainment). Stamane ha però espresso le sue perplessità sull'adozione da parte di una coppia gay, e lo ha fatto pubblicamente, utilizzando sempre il mezzo televisivo.

Rita Dalla ChiesaForum, la trasmissione tv che conduce da anni su Canale 5

, appartiene alla fascia del primo pomeriggio, si rivolge a un pubblico che, forse, andrebbe stimolato opportunamente a riflettere sull'argomento, quantomeno con un contraddittorio, competente sulla questione, in studio. Senza affidarsi al "sentito dire" e alle opinioni di seconda e terza.

Dal comunicato stampa diramato dal comitato del Palermo Pride, che ha preso subito posizioni contro le esternazioni, si legge:

Oggi durante la trasmissione Forum, in onda su Canale 5, la conduttrice Rita Dalla Chiesa ha dichiarato che i gay devono essere tollerati, che i gay dovrebbero non esibire la loro omosessualità, che i figli hanno bisogno di mamma e papà, che la coppia etero sterile è comunque più naturale di quella gay perché può adottare. Il Comitato pride Palermo esprime profonda indignazione per le frasi ostili ed omofobe espresse dalla conduttrice.

A tal proposito Titti De Simone, presidente del Comitato, annuncia il ricorso all'Autorithy:

È grave che Rita Dalla Chiesa usi il mezzo televisivo per diffondere posizioni oggettivamente omofobe. È vergognoso che in Italia questo possa ancora avvenire, ricorreremo all'Autorithy. In tutta Europa ogni giorno si registrano progressi sul fronte dei diritti civili, con la previsione di leggi che disciplinano unioni di fatto e matrimonio egualitario e con leggi antiomofobia. Da decenni inoltre tutti gli studi effettuati hanno dimostrato che i figli cresciuti da due padri o da due madri non crescono in modo differente da quelli cresciuti da un padre ed una madre. In altri paesi, infine, in molte parti del mondo da anni le coppie omosessuali possono sposarsi ed adottare bambini. in italia invece non solo mancano leggi che garantiscono la parità dei diritti, ma assistiamo troppo spesso a pubbliche dichiarazioni di omofobia, che diffondono e rinforzano i pregiudizi.
Daniela Tomasino presidente dell'Arcigay Palermo

, ci ha spiegato:

Abbiamo ricevuto più segnalazioni, questo comunicato non è contro la Dalla Chiesa, essendo in tv bisogna essere attenti a ciò che si dice, è una responsabilità, la sua è stata una caduta di stile. Certe esternazioni derivano dall'uso di un linguaggio omofobo. Una cosa sono le opinioni personali, un'altra le evidenze scientifiche (riguardo le adozioni da parte di coppie gay). Non si può parlare a titolo personale se esiste una letteratura scientifica che prova il contrario. Un'opinione espressa con leggerezza incide sulla vita di milioni di persone, tantissime famiglie e coppie. Spero che lei capisca la gravità e smentisca, è vittima di una cultura intrinsecamente omofoba, si è affidata con leggerezza a luoghi comuni che ascoltiamo spesso anche in Parlamento.

Foto | Getty


Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 197 voti.  

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO