Sardegna: emergenza omofobia, 3 casi in pochi giorni


Un ragazzo, pochi giorni fa, viene aggredito e picchiato a Villacidro; un altro 30enne, a Siniscola, è inseguito, picchiato, spogliato e quasi stuprato da un branco che pochi anni fa gli aveva inflitto una violenza sessuale; in provincia di Sassari qualcuno, da dietro le dune, spara colpi di fucile contro i gay, come testimonia Antonello Depalmas, che è vivo per miracolo e ha sporto denuncia.

Tre casi che sono finiti sui giornali e chissà quanti altri nascosti, negati, rimossi dalle stesse vittime. Il Mos - movimento omosessuale sardo - lancia l'allarme su una ripresa dell'omofobia in tutta l'isola. Mentre il governo, nazionale e regionale, non fa niente, la violenza aumenta e le vittime spesso hanno paura di denunciare per non rivelare la propria omosessualità.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO