Gay al cinema: sempre più standard e all'ordine della trama?

will&grace Sembra che ormai da qualche tempo, stia prendendo sempre più piede la moda dei film a tematica omosessuale. Il cinema ha dato spazio ai gay, prima in versione "macchietta" ( film di serie B italiani oppure classici mondiali, come "Il vizietto") per poi dare maggiore attenzione al personaggio, più sfumature al carattere e tentando di abbandonare il cliche di gay in abiti femminili o ancheggiamenti da bacino slogato.

Tra i titoli che mi tornano per primi alla mente il più "coraggioso" forse è stato " I segreti di Brokeback mountain", storia ormai celeberrima di due cowboy virili che si innamorano l'uno dell'altro, in lotta con una società non pronta ad accettare questa loro "diversità". Un film che ha fatto incetta di premi e di critiche positive. Dall'America, è sempre giunto "Milk" di Gus Van Sant, candidato anch'esso ai premi Oscar, la storia di un politico statunitense militante del movimento di liberazione sessuale: un prodotto impegnato, un successo meritato.

Anche le relazioni tra donne hanno spopolato nella trama e nella fimografia: un film "Gioco di donna" non è passato alla storia per successo o gradimento del pubblico, ma si è meritato la citazione in migliaia di siti, solo per il bacio tra Charlize Theron e Penelope Cruz, visto e commentato da milioni di curiosi. Anche in tv, con "The O.C. ", in declino di ascolti, la sceneggiatura aveva puntato sulla storia lesbo tra Marissa Cooper ( Mischa Burton) e l'avvenente Alex ( Olivia Wilde): relazione durata quanto il tempo di uno starnuto. Diverso trattamento era stato usato per Jack ( Kerr Smith) in "Dawson's Creek": prima invaghito di Joey si era scoperto gay, mantenendosì coerente fino al termine del telefim ( senza guarigioni, per intenderci). Ma il vero telefilm rivoluzionario nell'ambiente è stato ovviamente " Will & Grace" , show di successo consacrato dal pubblico statunitense: chi non ricorda le battute di Jack o l'acidità e l'ironia della sua amica Karen?

In Italia, non c'è ancora stato un vero e proprio telefilm di lunga durata con pratagonista un personaggio gay. Uno dei primi, nel genere, fu " Il bello delle donne": Luca, un po' macchietta, aveva comunque un ruolo saggio e importante nella trama, sempre più col passare delle puntate. Nel corso delle tre stagioni, c'era stata anche la storia lesbo ( con Caterina Vertova) e la parentesi trans ( con Eva Robin's). Telefilm a mio parere coraggioso nell'osare certi argomenti in prima serata su Canale 5, ha poi esaurito col tempo la sua forza trasgressiva, sfociando nell'assurdo. C'è stato poi "Distretto di polizia" con Luca ( Simone Correnti) anche lui gay ma apparentemente senza una vera e propria vita privata. In "Tutti pazzi per amore" su Rai Uno, l'ex marito di Stefania Rocca si era scoperto omosessuale dopo il divorzio, Lino Banfi aveva avuto una figlia lesbica, Iva Zanicchi ne " Caterina e le sue figlie" scopriva che il figlio ( Attilio, ex Ragazzi Italiani) eragay, fidanzato e progettava un matrimonio in Spagna con il compagno.

Anche nei cinema italiani si parla spesso di questo: Ozpetek è diventato involontariamente il regista "mascotte" tra i gay, per la delicatezza e la poesia con cui ha raccontato certe storie d'amore ( leggasi " Le fate ignoranti" o " Saturno contro"). E' da poco uscito " Diverso da chi" con Luca Argentero, gay dichiarato, che viene sedotto dalla bella Claudia Gerini ed entra in crisi con il proprio partner. Per non parlare di isole e grandi fratelli in cui il gay, il trans o la lesbo viene sempre più ricercata e inserita all'interno dei partecipanti. Insomma, nello spettacolo e nel cinema, questa trama sembra avere sempre maggiore importanza e occupa un notevole posto all'interno delle vicende trattate; un telefilm/film che si rispetti non sembra possa più escludere un personaggio gay o lesbo, seppure confuso. Questo "accanimento" di storie narrate è il risultato di una maggiore sensibilità verso un tema che ha sempre più posto nella cronaca, società e vita comune oppure è solo un filone di moda che ha preso piede e che garantisce successo e discussione?

Foto | snaks

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO