Crisco disco, la passione dei gay per la disco music

Luca Locati Luciani, Crisco discoCrisco disco. Disco music & clubbing gay tra gli anni 70 e 80 è un libro che merita di essere letto. Scritto da Luca Locati Luciani e pubblicato da Vololibero. L’argomento è chiaro fin da subito e l’autore lo chiarisce meglio nell’introduzione:

Questo libro cerca di tracciare un parallelo tra il fenomeno disco e la nascita di un movimento di liberazione gay, che trovò anche nei club un luogo per autoffermare la propria sessualità. Un clima di “festa continua” interrotto bruscamente dall’arrivo dell’AIDS. La scelta di parlare soprattutto delle realtà statunitense e italiana deriva dal desiderio di evidenziarne le grandi differenze. Gli USA, culla della disco music e dei primi club gay, e l’Italia in bilico tra arretratezza, perbenismo, omofobia, ma anche luogo in cui la disco si afferma come genere amato e prodotto fino alla metà degli anni 80. Un viaggio in un universo controverso, tra desiderio di liberazione sessuale e volontà di autocensurarsi, ma che merita un’analisi approfondita.

Ho letto questo libro non in ordine, ma partendo dall’interessante saggio di Gianluca Meis sul camp che aiuta a comprendere meglio tutto il fenomeno della disco music. Meis parte da una constatazione / domanda: “In questo libro si è accennato molte volte alla valenza camp di alcuni brani disco, ma a cosa ci si riferisce quando si parla di camp?” E da lì inizia una profonda riflessione sul concetto di camp e sulle declinazioni a partire da Gloria Gaynor e giungere a Paolo Poli.

Luca Locati Luciani struttura il suo libro Crisco disco (dal nome della notissima discoteca di Manhattan) in tre capitoli: After Dark. Disco Music, HINRG e gay clubbing negli USA; Dal liscio all’italo disco. Disco muisc e gay clubbing in Italia; The Boys Come To Town. Perché la disco è (o non è) una musica “gay”. A proposito, lo è? Scrive Locati Luciani:

è essenzialmente un genere gay, e nonostante i produttori cercassero di restare nel “doppio senso” senza dare messaggi gay troppo diretti (salvo poi rifarsi nelle copertine dei dischi, di cui moltissime sono di chiaro rimando gay), i milioni di uomini che con questa musica hanno ballato, si sono sballati, si sono amati, non avevano bisogno di alcun pronome per farsela propria... Allora come adesso.

Il testo è corredato da molte foto che aiutano la lettura. Preziosi le appendici: da Memorie discrete e indiscrete che riportano varie interviste a esponenti della disco music a un utilissimo dizionarietto fino a un’esaustiva bibliografia, sitografia e discografia che permette di perdersi tra le note della musica a proprio piacimento.

Luca Locati Luciani
Crisco disco. Disco music & clubbing gay tra gli anni 70 e 80
Con un saggio di Gianluca Meis
Vololibero edizioni, 2013
ISBN 978-88-97637-09-7
pp 360, con illustrazioni, euro 20

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 32 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO