Vari repubblicani USA difendono le nozze gay dinanzi alla Corte Suprema

Vari repubblicani USA difendono le nozze gay dinanzi alla Corte Suprema

Diverse decine di politici repubblicani statutinitensi (settantacinque al momento in cui scriviamo) hanno firmato una relazione giuridica da presentare alla Corte Suprema degli Stati Uniti d’America per sostenere che esiste un diritto costituzionale di contrarre matrimonio da parte delle coppie dello stesso sesso. In questo modo il gruppo rompe con la linea sostenuta ufficialmente dal partito nella sua piattaforma ideologia e, in un certo senso, sfida lo speaker della Camera dei Rappresentati, John Boehner, che non ha esitato a coinvolgere il Congresso nella battaglia legale contro il matrimonio egualitario.

Ci troviamo, senza dubbio, dinanzi a un punto di svolta nella strategia quasi monolitica del Partito Repubblicano contro le nozze tra persone dello stesso sesso. Tra i firmatari ci sono nomi di prestigio dell’ambiente repubblicano che, liberi dalla pressione elettorale (diversi firmatari sono senza incarico o sono in pensione) si sentono liberi di esprimere la propria opinione favorevole al matrimonio per tutti.

Tra i nomi, troviamo, per esempio, Jon Huntsman, mormone, governatore dello Utah dal 2005 al 2009 e candidato alla nomination repubblicana nelle ultime elezioni presidenziali (fu terzo alle primarie del New Hampshire). Figurano poi anche altri tre governatori repubblicani: Christine Todd Whitman (ex governatrice del New Jersey), William Weld e Jane Swift, entrambi ex governatori del Massachusetts. Inoltre troviamo nomi di alti funzionari dell’amministrazione Bush, come Stephen J. Hadley, Carlos Gutiérrez o James B. Comey, come anche membri della Camera dei Rappresentanti come Ileana Ros-Lehtinen (Florida) o Richard Hanna (New York).

Documento importante, senza dubbio. Magari se in molti avessero preso posizione quando rivestivano incarichi istituzionali sarebbe stato meglio. Ma, come si dice, meglio tardi che mai!

Via | Dos Manzanas
Foto | Getty

  • shares
  • +1
  • Mail