Il Principato d'Andorra inizierà la discussione sulle nozze gay

Bandiera del Principato d'Andorra

Il Principato d’Andorra aprirà prossimamente il dibattito per la legalizzazione del matrimonio tra persone dello sesso. Stando a quanto annunciato dalla consigliera socialdemocratica Mariona González, l’idea è quella di approvare le nozze gay in Andorra entro la fine della presente legislatura.

Tale annuncio giunge in un momento in cui la giustizia andorrana ha dato ragione a quanti difendono il matrimonio per tutti, estendendo alle coppie gay gli stessi diritti che già hanno le coppie eterosessuale: in particolare si è stabilito che il vedovo (o la vedova) di una coppia dello stesso sesso ha diritto a ricevere la reversibilità della pensione, al pari delle coppie eterosessuali. Nello specifico il caso era stato sollevato da Juan García Pérez, che si è visto riconosciuto il proprio diritto.

Non sarà certo facile l’approvazione del matrimonio ugualitario, dal momento che il partito che ha la maggioranza in parlamento (Democratici per Andorra) e il co-principe il vescovo della diocesi spagnola di Urgell Joan-Enric Vives, si sono detti contrari (l’altro co-principe reggente è il presidente della Francia e sappiamo tutti che Hollande è favorevole alle nozze gay).

I Democratici per Andorra si sono detti favorevoli a una riforma della legge civile in materia di famiglia per garantire l’uguaglianza di tutti i cittadini, ma senza legalizzare l’istituto matrimoniale.

Foto | Matthew Ross (Opera propria) [Public domain], attraverso Wikimedia Commons

  • shares
  • Mail