Pico della Mirandola e l'amore socratico tra uomini

Giovanni Pico della MirandolaSi compiono oggi cinquecentocinquanta anni dalla nascita di Pico della Mirandola, il grande umanista noto per la sua memoria di ferro. Nota Giovanni Dall’Orto:

Assai influenzato da Platone, Pico accettava l'ideale dell'«amore socratico» fra uomini popolarizzato da Marsilio Ficino. Così egli lo descrive: “Nell'amor celeste (...) tutto tende, e si drizza [dirige] alla bellezza spirituale dell'animo, e dell'intelletto, la quale molto più perfetta si trova ne' maschi, che nelle donne, come d'ogni altra perfezione si vede; però [perciò] tutti coloro, che di questo Amore sono stati accesi, hanno la maggior parte amato qualche giovane d'indole generosa, la cui virtù è stata ad altri tanto più grata, quanto più quella è stata in un bel corpo, e non si sono effeminati dietro a uno armento [mandria] di meretrici”

Dal punto di vista fisico sappiamo che Pico della Mirandola aveva un ovale perfetto, zigomi alti e naso importante: questo lo si è capito dall’analisi dei suoi resti mortali.

C’è da notare che Pico della Mirandola era sepolto insieme al poeta Girolamo Benivieni, che era un entusiasta sostenitore dell’amore tra uomini. Beinivieni morì molti anni dopo Pico della Mirandola: questi, infatti, lasciò questa terra molto giovane, forse avvelenato, nel 1494. Benivieni invece morì nel 1542 e dopo quasi cinquant’anni chiese di essere sepolto con l’antico amore, come ricorda l’antica lapide, in San Marco a Firenze:

Qui giace Giovanni Mirandola, il resto lo sanno anche il Tago e il Gange e forse perfino gli Antipodi. Morì nel 1494, visse 32 anni.
Girolamo Benivieni, affinché dopo la morte la separazione di luoghi non disgiunga le ossa di coloro i cui animi in vita congiunse Amore, dispose d'essere sepolto nella terra qui sotto. Morì nel 1542, visse 89 anni e 6 mesi.

C’è anche un’altra lapide che è struggente:

Girolamo Benivieni per Giovanni Pico della Mirandola e se stesso pose nell'anno 1532.
Io priego Dio Girolamo che 'n pace / così in ciel sia il tuo Pico congiunto / come 'n terra eri, et come 'l tuo defunto / corpo hor con le sacr'ossa sue qui iace.

  • shares
  • Mail