Stefano e Federico, coppia gay a Sanremo: tre domande a Fabio Fazio e a Luciana Littizzetto

Coppia-gay-SanRemo-2013

Oggi Stefano e Federico, la coppia gay che abbiamo visto sul palco del Festival di Sanremo, si sposano a New York. Auguri e tanta felicità, forse un pizzico di amarezza perché non si sono potuti sposare in Italia.

Tante se ne sono dette sulla loro partecipazione: una per tutti, il buon Giovanardi che ha visto la cosa come uno spot elettorale per Nichi Vendola.

L’iniziativa è stata senza dubbio lodevole, però c’è un qualcosa che non torna. Lo esprimono bene gli amici di Quore in tre domande rivolte a Fazio e a Littizzetto:


  1. Perché l’esibizione è stata tagliata rispetto al video originale? Chi, e in base a quali criteri, ha deciso di eliminare alcuni cartelli (quelli per esempio che raccontavano della loro “prima volta” che in realtà fu la terza)?

  2. Perché Stefano e Federico non si sono baciati al termine della loro esibizione come invece succedeva nel video originale e come annunciato ai giornali?

  3. Pur ribadendo l’apprezzamento della vostra scelta, che vi sarà anche costata fatica nel convincere i vertici della RAI, non riusciamo a comprendere esattamente il messaggio che si è voluto lanciare dal palco di Sanremo. Perché non sono state dette anche solo poche parole da parte vostra per spiegare bene al pubblico di Sanremo di cosa si stava parlando e il motivo per cui avete scelto di far intervenire Stefano e Federico?

Domande interessanti e legittime perché mostrano un aspetto che in molti abbiamo notato: si parla delle persone gay e lesbiche (pochissimo delle persone trans), ma negli show e sempre con un qualcosa che manca, con una sorta di compassione. Chiosano da Quore:

[Ne] approfittiamo per chiedere a importanti giornalisti televisivi titolari di trasmissione di grande impatto sul pubblico perché non abbiano mai dedicato una intera loro puntata ai temi dei diritti civili, del matrimonio ugualitario, dell’omogenerialità. Lilli Gruber, Michele Santoro, Giovanni Floris, Gad Lerner tanto per citare i principali. Perché non dedicano una loro puntata per affrontare questa materia che riguarda milioni di italiani e le loro famiglie, i loro genitori, i loro amici?

Eh, ma in Italia i problemi sono altri. Sempre.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 9 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO