Leader conservatori chiedono a Cameron di far slittare la votazione sulle nozze gay

Leader conservatori chiedono a Cameron di far slittare la votazione sulle nozze gay

La legge sul matrimonio tra persone dello stesso sesso in Inghilterra e Galles sarà domani in seconda lettura alla Camera dei Comuni, i cui membri dovranno votare per la prima volta sulle linee generali del progetto. A seguito della convocazione per tale votazione, un gruppo di venticinque dirigenti locali del partito conservatore ha inviato una lettera al primo ministro David Cameron chiedendogli di far slittare il progetto di legge slitti alla prossima legislatura.

I firmatari, infatti, credono che tale misura causerà un “danno significativo” alle prospettive elettorali dei tories agli inizi del 2015 e accusano il Governo di “prendere il matrimonio troppo alla leggera”. Il partito conservatore “non appartiene a David Cameron”, scrivono, facendo riferimento al sostegno del primo ministro al ddl, “ma alla gente di questo paese che ha lavorato per tutta la vita” e fanno notare che “le lamentele del partito” stanno “iniziando a moltiplicarsi”.

Leader conservatori chiedono a Cameron di far slittare la votazione sulle nozze gayIn loro sostegno giunge una rivelazione del Telegraph, giornale apertamente contrario al matrimonio ugualitario, che ha fattp sapere che circa centottanta deputati conservatori (dei trecentotré del gruppo parlamentare) voteranno in maniera contraria o si asterranno dal votare la legge, dal momento che hanno la libertà di voto.

A proposito della libertà di voto, William Hague, Segretario di Stato per gli Affari Esteri e del Commonwealth, ha sottolineato che i deputati l’avranno, come ce l’avevano “quando sono state votate leggi sull’aborto o sulla pena capitale”.

La legge sul matrimonio ugualitario conta sul sostegno degli altri membri del partito di Cameron e sulla maggioranza dei laburisti e dei liberal-democratici.

Ricordiamo, inoltre, che il Governo di Cameron ha annunciato che i prossimi bilanci non prevedono nuove agevolazioni fiscali per le coppie sposate, come era stato ipotizzato in precedenza, quasi fosse una sorta di concessione ai tories conservatori per cercare di tenerseli buoni. Una scelta, questa, che potrebbe far crescere ancora più la tensione in seno ai conservatori.

Via | Dos Manzanas
Foto | Getty

  • shares
  • Mail