PS Home: moralista nei confronti dei gay?

Una videata di PS Home

PS Home è un servizio di social gaming in 3D dedicato alla community, sempre più numerosa, formata dagli utenti della PS 3. Secondo il San Francisco Chronicle, però, il filtro automatico per le parole offensive tende a limitare molto la comunicazione all'interno del gioco, bloccando termini che offensivi non sono. E, guarda caso, nella lista delle parole proibite risultano anche gay, lesbian e bisexual.

Certo, la cosa non è da sopravvalutare, dal momento che il filtro blocca anche altre parole - come Christ, Jew e addirittura hello, dal momento che hell vuol dire inferno e, quindi, da censurare.

Evidentemente siamo di fronte a un eccesso di zelo, o, per essere più precisi di pruderie politically correct.

Via | Multiplayer

  • shares
  • Mail