Outing libero? Il processo alla Ferilli pone la questione della privacy delle celebrità

Sabrina Ferilli

Davanti alle notizie di gossip viene sempre da dire: “Beh, chi se ne importa”, ma la notizia che vede coinvolta l'attrice di Fiano Romano, Sabrina Ferilli può avere delle conseguenze che vale la pena discutere sulla privacy delle star. Il PM Gianluigi Dettori ha chiesto l'archiviazione del processo a carico dell'attrice Sabrina Ferilli in merito alla querelle con l'attore Francesco Testi. Precisiamo che Sabrina Ferilli ha sempre sostenuto di non aver mai definito gay Francesco Testi. Questa la dichiarazione che l'attrice ha rilasciato tramite comunicato stampa:

Smentisco di aver mai avuto e mai potrei avere rapporti intimi di qualsiasi genere e natura con Francesco Testi, attore della fiction “Baciamo le mani”, prodotta dalla scuderia Tarallo di cui Testi fa parte e a cui è legato da profondi rapporti.

Francesco Testi

Secondo il tribunale di Bergamo, inoltre, definire qualcuno gay non è offensivo. Nel 2012 l'omosessualità non è più oggetto di riprovazione. Nemmeno si paventa la violazione della privacy: Testi, facendo parte del mondo dello spettacolo, potrebbe vedere la sua vita sul palcoscenico. Come già espresso dalla Cassazione, i vip

non possono pretendere di godere degli stessi diritti di un anonimo cittadino.

Basandoci su questa sentenza dobbiamo dunque aspettarci una serie di outing, ovvero di dichiarazioni su presunte omosessualità non dichiarate dal diretto interessato?

Foto | Getty

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 12 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO