Per il Cardinal Bagnasco due genitori gay disturbano la crescita del figlio

bagnasco-contro-gay

Il Cardinal Bagnasco ha rilasciato un'intervista a Famiglia Cristiana, ribadendo il proprio pensiero sulle adozioni gay, sostenendo le manifestazioni francesi cdelle ultime settimane, contrarie proprio in merito a questi temi così infuocati:

Sottrarre ai figli la possibilità di avere un papà e una mamma vuol dire manipolare l'elementare forma di ingresso nel mondo che, grazie alla reciprocità del maschile e del femminile, garantisce l'armonico sviluppo della persona umana.

Il porporato continua, sostenendo la necessità assoluta di avere un padre e una madre:

Abolire una delle due figure di riferimento, in nome della filosofia del gender che censura quanto è già inscritto nell'esperienza umana, vuol dire rifiutare l'evidenza, indebolendo il soggetto umano, proprio al suo apparire. Nel nostro Paese per altro è vistosa - specie a confronto con altri Paesi europei - l'assenza di politiche familiari adeguate e durature. Il loro scopo, mai ancora seriamente preso in considerazione dalla classe politica, è di riconoscere la funzione sociale non tanto della coppia, ma della generazione dei figli. Sono essi infatti che garantiscono l'apertura al futuro, che resta incerto se l'inverno demografico dentro cui l'Italia vive continuerà ancora.

Via | Leggo via Famiglia Cristiana

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: