I bambini adottati da gay diventano gay, sostiene Gabriele Albertini

Scritto da: -

Ma perché dobbiamo condannare, o comunque obbligare, un figlio a essere necessariamente omosessuale, quando invece potrebbe essere tranquillamente eterosessuale? È chiaro che il figlio di una coppia omosessuale cresce in un ambiente che quasi lo obbliga a essere omosessuale.

Afferma così Gabriele Albertini – candidato alla presidenza della Regione Lombardia e al Senato – intervistato da Marco Gaiazzi per Punto e a capo, su Class TV MSNBC. Se il figlio di una coppia omosessuale diventa omosessuale, quello di una coppia eterosessuale diventa eterosessuale. E allora io mi chiedo da dove sono uscito, visto che i miei sono eterosessuali (ma dopo le illuminate parole di Albertini dovrò andare a fondo alla cosa, comnunque…).

I bambini adottati da gay diventano gay, sostiene Gabriele AlbertiniComunque Albertini spiega il perché di queste sue affermazioni:

L’omosessualità non è un valore, ma è una scelta. Libera e assolutamente autonoma.

Ora sì: tutto chiaro, no? Gabriele Albertini, poi, sempre nella stessa intervista, ci illumina anche su altri aspetti della vita gay:

La conseguenza del matrimonio è che il coniuge dello stesso sesso potrebbe ottenere una pensione di reversibilità. In caso contrario, no, perchè non è considerato coniuge. Perché in una situazione di riduzione dei costi pensionistici togliamo al metalmeccanico e lo facciamo andare in pensione un poco più tardi, mentre diamo invece un vantaggio a qualcosa che è neutrale agli effetti della società?

Proprio oggi durante il programma Non ci sono più le mezze stagioni su Radio 24 un radioascoltatore ha telefonato dicendo che noi gay siamo aberrazioni della natura. E Roberta Giordano, saggiamente, ha risposto dicendo che è vero, anzi, si dice che i gay abbiano anche piedi e mani palmate… Bisognerà farlo sapere ad Albertini che magari usera anche questa fulminante verità in campagna elettorale.

Via | Polisblog
Foto | Getty

Vota l'articolo:
3.97 su 5.00 basato su 282 voti.  
 
Aggiorna
  • nickname Commento numero 1 su I bambini adottati da gay diventano gay, sostiene Gabriele Albertini

    Posted by: moderatore

    Abbiamo dovuto moderare dei commenti perché contenenti volgarità. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 2 su I bambini adottati da gay diventano gay, sostiene Gabriele Albertini

    Posted by: luigi43

    Ricordo il Detto in mutande. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 3 su I bambini adottati da gay diventano gay, sostiene Gabriele Albertini

    Posted by: lunapiena

    Se anche fosse (e non è così) non vedo quale sarebbe il problema. Cosa significa "tranquillamente" eterosessuali? Conosco tanti eterosessuali decisamente poco tranquilli (e diversi, a dire il vero, sono molto vicini ad Albertini). Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 4 su I bambini adottati da gay diventano gay, sostiene Gabriele Albertini

    Posted by: superlelly

    mamma mia Albertini! ma cosa dici?! e questo é stato sindaco della capitale morale d'Italia?! non ho parole! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 5 su I bambini adottati da gay diventano gay, sostiene Gabriele Albertini

    Posted by: loran

    Ma allora secondo il suo ragionamento dovremmo essere tutti eterosessuali visto che siamo nati in famiglie eterosessuali. Ma ha sbattuto la testa? Quando si fece fotografare in mutande ho dubitato della sua sanità mentale ora ne ho la conferma, neanche il papa era mai arrivato a dire certe scempiaggini senza alcun collegamento logico. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 6 su I bambini adottati da gay diventano gay, sostiene Gabriele Albertini

    Posted by: ragaboy

    "Non si diventa né gay né bi né tantomeno etero, e chi afferma di esserlo diventato già lo era e non se n'era accorto o faceva finta di non accorgersene." ~Jean-Paul Malfatti Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 7 su I bambini adottati da gay diventano gay, sostiene Gabriele Albertini

    Posted by: ragaboy

    Signore Gabriele Albertino, io sono gay da una vita e, come "tantissimi" miei simili, sono figlio di genitori "eterosessuali". Non appena ho finito di leggere la Sua dichiarazione, mi è venuta una voglia matta di dedicarVi uno dei miei aforismi sul tema, eccolo qua: "I pregiudizi ed i preconcetti sono figli dell'ignoranza e nipoti della stupidità. Sono mostri che crescono e si ingigantiscono nella mente degli individui predisposti a queste malattie incurabili e difficilmente guaribili." Jean-Paul Malfatti Ps. Se dipenderà da me, di sicuro Lei non vincerà le elezioni! Scritto il Date —